Table of Contents Table of Contents
Previous Page  12 / 56 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 12 / 56 Next Page
Page Background

INSIGHTS

12

www.traders-mag.it

|

TRADERS’ supplemento TOL EXPO 2019

• Ritorno di un breakout dal ran-

ge.

• Si formano alternativamente

candele rosse e verdi, che ven-

gono rotte a volte verso l’alto,

a volte verso il basso.

• Il prezzo è intorno al prezzo di

costo.

Sono soprattutto i trader che tra-

dano intraday e seguono gli eventi dal

vivo a rischiare di cadere in questa

trappola. Perché nella foga del mo-

mento, quando la posizione è aperta e

inizia la caccia ai punti, si prende ogni

movimento come oro colato. Se la po-

sizione è in profitto, va tutto bene! Ma

se entra nell’area negativa, si inizia a

pensare che magari il mercato potreb-

be andare nella direzione opposta.

Oppure: “se cambio la posizione ora,

prima ne esco con un occhio nero, ma

poi sono pronto per una nuova mos-

sa!” In quel momento, il sentimento

per l’idea originale è andato comple-

tamente perso e il trader è solo in mo-

dalità di reazione. Di conseguenza, si siede sulle perdite

cumulative, indipendentemente dalla direzione in cui si

era originariamente posizionato.

Date un’occhiata al DAX nella figura 3, che dopo una

fluttuazione al ribasso si corregge risalendo fino al limite

del 61,8 percento. C’è un primo interesse di vendita basa-

to sullo stoppino superiore e i trader sono stati quindi in

grado di aprire una posizione corta. Lo stop loss del trade

è ragionevolmente al di sopra dei massimi precedenti (li-

nea arancione). Ma il trade non inizia e i prezzi oscillano

in continuazione. C’è anche una prima indicazione che il

mercato potrebbe ripartire. Ma il corso poi cade di nuovo,

per poi oscillare verso nord fino allo stop loss. Tuttavia,

questo non sarà raggiunto e il mercato cadrà rapidamente.

I trader che si sono lasciati ingannare da queste oscillazio-

ni e che cambiano la direzione delle loro operazioni, sono

spazzati via tra i movimenti, sebbene non ci sia stato in

nessun momento alcun motivo per intervenire sul trade

originale.

Approccio

A questo punto, è di aiuto tenere a mente il motivo per

cui la posizione è stata presa. Sia chiaro: una volta presa

la decisione per una posizione, è importante seguire co-

erentemente il proprio piano. I trader che si attengono al

loro piano portano più tranquillità al loro trading. Natural-

mente, se e quando si verificano perdite, niente domande.

Ma le perdite che sorgono quando un trader salta avanti e

indietro senza controllo tra i movimenti saranno molto più

consistenti. Il consiglio pratico è: ricorda il tuo vero compi-

to nel trading, ovvero la pianificazione e l’esecuzione di un

trade. L’analisi e la valutazione avvengono prima del trade.

Una volta che la posizione è stata aperta, il mercato prende

il sopravvento, questa è la divisione del lavoro nel trading.

3. Errore: Pessima autogestione

Anche se i trader sono maestri in teoria e pratica, spes-

so dimenticano di considerare la componente più impor-

tante del trading attivo: se stessi. Quando ci rendiamo

conto di quanto il trading sia un’attività impegnativa, ed

è giustamente paragonato agli sport competitivi, sembra

incredibile quanti pochi trader gestiscano la propria per-

sona.

La mancanza di gestione del tempo porta frenesia nella

quotidianità

Molti trader iniziano per caso. Ma chiunque pensi di

poter fare qualche trade en passant e guadagnare costan-

temente profitti è sulla strada sbagliata. Il trading è un

compito, un lavoro, un impiego, e merita concentrazione

Nella figura 1 sono registrati i corretti segnali di inserimento possibili. Quindi, invece

di speculare ai punti dall’1 al 4 su un breakout che era già stato negato nella rispettiva

sessione, ha senso piazzare un ordine stop-entry nella direzione opposta. C’è inoltre la

possibilità di tradare il breakout superiore posizionando l’ordine stop-buy sopra le candele

di breakout. Lo stop loss può quindi essere posizionato sotto la candela di breakout con un

buon profilo probabilità/rischio.

F2)

La soluzione

Fonte:

www.tradesignalonline.com